Aggregazione: serve un rendiconto "aggregativo"

Un rendiconto "aggregativo" è più che necessario

Sebastiano Gaffuri, vicepresidente e deputato PLR al Gran Consiglio

Quando ci si esprime sul tema delle aggregazioni, occorre farlo scevri da schemi preconcetti. Il tema è di quelli importanti e non può essere ridotto a semplici frasi ad effetto prive di contenuto. Non ci si può limitare a dire che "l'aggregazione deve nascere dal basso" oppure che "vogliamo comuni funzionanti e funzionali".

Come sempre il PLR ha adottato un approccio razionale alla tematica e ritiene importante poter disporre di dati oggettivi che comprovino il reale beneficio delle aggregazioni per i cittadini. Ciò che è avvenuto sino ad oggi, ovvero il semplice consolidamento contabile e amministrativo tra più entità, non è sufficiente a farci credere che le aggregazioni abbiano giovato alle cittadine e ai cittadini ticinesi. In questo senso abbiamo richiesto al Consiglio di Stato di presentare quanto prima un rendiconto dettagliato sulle aggregazioni avvenute in Ticino.

Crediamo fermamente nell'autodeterminazione delle popolazioni locali a patto che queste possano realmente beneficiare di un Comune funzionante e funzionale. Ed oggi, purtoppo, questo non lo sappiamo.